Domanda:
Siccome sono in procinto di separarmi da mia moglie, oltre alla casa dove abitiamo (che lascerei a lei ed ai miei due figli maggiorenni che lavorano gi) gradirei sapere quanto di sua spettanza in termini di soldi, essendo lei casalinga.

Faccio presente che percepisco uno stipendio mensile di circa 2.300.000 e sono esclusivo proprietario di tre appartamenti compreso l'alloggio in cui abitiamo, (frutto di donazione fattami dai miei genitori prima del matrimonio) dei due rimanenti, essendo affittati percepisco un affitto di 1.000.000 (unmilione).

 

 
Risposta:

Egregio Signore,

dalle informazioni fornite sarebbe congruo offrire a sua moglie un assegno mensile di . 1.000.000/1.200.000, tenuto conto che rimanendo nell'abitazione coniugale "gratis", pur non essendo affidataria dei figli (maggiorenni ed autonomi economicamente) n proprietaria dell'appartamento, avrebbe un risparmio di circa 800.000/1.000.00 al mese o pi , a seconda dei canoni di mercato della Vs, citt.

Inoltre, ritengo opportuno segnalare che ai figli potrebbe essere richiesto un contributo alle spese ordinarie di casa (utenze, ecc....), rientrando essi nella categoria di "obbligati" dalla legge in caso di genitori "bisognosi"; con ci non voglio comunque dire che essi debbano accollarsi il mantenimento della madre, ma che possano essere chiamati a contribuire.

 

ALTRE RISORSE:

- informazione

- i links consigliati

 
CONTATTI IN LINEA
- Info Separati.it