Domanda:

Salve, sono separata di fatto da circa 4 anni, di cui 3 anni in casa (mio marito ha lasciato la casa coniugale nel luglio 2000) e ho due bambine che vivono con me.

Sono in corso le udienze per la separazione consensuale, l'accordo è su tutto tranne che sulla parte economica.

Io lavoro come dipendente pubblico e il padre delle bambine contribuisce al loro mantenimento, quando si ricorda, con un assegno mensile assai modesto ([omissis] per entrambe, né versa alcun contributo quando percepisce la tredicesima o altre cifre accessorie).
Non partecipa alle altre spese, pur indispensabili, come quelle sanitarie (visite specialistiche e relative protesi), scolastiche (libri, spese per viaggi d'istruzione, ecc. - anzi, fa "finta di partecipare" con l'acquisto di qualche quaderno non adatto alla classe di frequenza e ad anno scolastico ormai inoltrato), soggiorni climatici per minori organizzati dal mio (e suo) ente assistenziale e a cui le nostre bambine hanno tanto bisogno (io non posso permettermi alcuna vacanza, vista la situazione economica).

Lui sostiene, così come ha documentato, di percepire un reddito inferiore al mio, di aver debiti contratti dopo la separazione (in regime di matrimonio, come dichiara) e il conto bancario scoperto. A tal fine, voglio far presente che il mio reddito mensile è, sì, superiore al suo (percepisco [omissis] rispetto ai suoi [omissis]) ma:

  • La casa coniugale non è di proprietà mia né sua ma in affitto: pago £ [omissis] al mese "in nero" (purtroppo!!), e dovrò lasciarla nel 2003 (sto per ricevere il preavviso di sfratto);
  • Affronto una rata mensile di [omissis] per l'acquisto di un'utilitaria indispensabile per le esigenze familiari;
  • Ho una trattenuta mensile sullo stipendio di [omissis] a causa di un mutuo che ho dovuto contrarre per assolvere diversi debiti che mi sono rimasti dopo che lui è andato via (intestati a me poiché all'epoca solo io avevo un contratto di lavoro a tempo indeterminato; inoltre siamo in regime di separazione di beni).

Detto questo, vi chiedo:

1. Come posso fare affinché lui assolva adeguatamente ai suoi doveri economici verso le figlie? (per "adeguatamente" intendo la partecipazione al 50% di tutte le spese, di mantenimento e accessorie)

2. E' possibile costringerlo a contribuire all'assolvimento dei debiti contratti durante il matrimonio?

3. Dal momento che lui dichiara (e documenta, sic!) di essere "indigente" nonostante possieda uno stipendio quale dipendente pubblico e dati i suoi frequenti ritardi nella corresponsione dell'assegno di mantenimento, è possibile chiedere da subito la trattenuta della cifra dal datore di lavoro? .

N.d.r. Le cifre sono state omesse per volere dell'interessata.

 
Risposta:

Cara [omissis],
ho letto la tua lettera e brevemente.

Ti rispondo che per risolvere tutti i problemi posti la soluzione migliore è quella di inserire tutte le tue richieste dettagliatamente nelle condizioni della separazione.

Cioè, devi "pretendere" che tra le condizioni che poi verranno omologate dal tribunale (nel caso continuate con il rito consensuale) o che verranno previste in una sentenza (se trasferite il tutto in via giudiziale) venga inserito:

a) un riconoscimento di debito da parte di tuo marito per le obbligazioni contratte durante il matrimonio per la famiglia;

b) un contributo al mantenimento dei figli , almeno 200/ 250 euro a figlio da corrisponderi anticipatamente entro il giorno 5 di ogni mese;

c) ripartizione al 50% delle spese scolastiche (tasse, libri di testo, tasse universitarie), mediche ( visite specialistche, ricoveri ospedalieri, medicinali e quanto non coperto dal SSN), extrascolastiche, per attività sportive, artistiche, ludiche.

Poichè, infatti, il decreto di omologa o la sentenza di separazione costituisce titolo esecutivo, in caso di ritardo o inadempimento potrai immediatamente, entro un termine di 10 giorni azionare il tuo diritto richiedendo il pignoramento mobiliare nei suoi confronti che potrà aversi anche con trattenute , fino ad 1/5, del suo stipendio.

 

ALTRE RISORSE:

- informazione

- i links consigliati

 
CONTATTI IN LINEA
- Info Separati.it