Domanda:

Ci siamo sposati in separazione dei beni.
Ci siamo separati nell'ottobre scorso, ho due bambini, e ho deciso autonomamente di dare il consenso per la vendita della casa (della quale lui è l'unico proprietario).

Dalla vendita ci verranno dati 2 assegni intestati separatamente: la somma deve essere divisa in parti uguali o quello intestato a me, visto che sono l'affidataria, deve essere adeguato per comprare un appartamento dignitoso per i bambini?

Sull'assegno che verrà intestato a nome mio, dato che devo acquistare un altro appartamento, può lui interferire in qualche modo visto che insiste nel dire (in modo assolutistico!) di intestare l'appartamento a nome dei bambini ed io come usufruttaria?

 

 
Risposta:

Rispondo brevemente ai suoi due quesiti:

1) il ricavato della vendita andrà diviso al 50% per ciascuno dei coniugi, al meno che al momento in cui lei ha prestato il consenso non ci siano stati accordi diversi. Potrà fare leva sul fatto che essendo lei il genitore affidatario avrebbe avuto diritto di rimanere nella casa coniugale fino a quando i figli non fossero stati economicamente indipendenti;

2) suo marito non può interferire sulla quota di sua spettanza. Farebbe lui la stessa cosa che pretende che faccia lei? Solo così il patrimonio della famiglia rimarrebbe per intero ai figli.

 

ALTRE RISORSE:

- informazione

- i links consigliati

 
CONTATTI IN LINEA
- Info Separati.it